venerdì 3 agosto 2012

Oggi crauti!

Il commento di mia madre è stato:"non si fanno crauti con i cappucci estivi!" oggi io mi sono cimentata ugualmente.
Anche perché mangiare 5 cavoli cappucci freschi in 2 con la previsione che altri 5/6 ne verranno pronti a breve proprio nella stagione in cui l'orto produce grandi quantità di pomodori, zucchine, rape rosse, cavoli rapa, rucola, insalata, fagiolini, ecc... non ce la facciamo proprio!
Iniziamo vi presento gli attrezzi del mestiere:
Vaso per fermentazione Harsch

L'autunno scorso era in offerta e ne ho acquistato uno della misura più piccola ed ora è giunto il momento di utilizzarlo. Io l'ho acquistato qui se può interessarvi

Altro strumento preziosissimo:
"Sfetarola" o mandolina

Indispensabile per affettare i cavoli cappucci finemente.
Iniziamo il lavoro:

Tolto le foglie più esterne del cappuccio

Tagliato in 4 per essere comoda nell'affettare

Risultato circa 2,8 kg di cavolo cappuccio tagliato

Ora si può iniziare ad invasare mettendo uno strato di cappuccio degli aromi poi di nuovo cappuccio.

la prima manciata

Semi di cumino

Pepe in grani

Tutti dentro
Messo il primo pezzo di peso


Eccoli coperti dal peso pronti a riposare.
Sul poggiolo a nord al fresco, si fa per dire!
Io non ho messo molte spezie ma si può aggiungere, alloro, bacche di ginepro, o  altre spezie di vostro gradimento.
Se notate ho aggiunto l'acqua nel bordo che serve a fare in modo che non entri ossigeno nel contenitore.
La procedura è velocissima, ci avrò messo 20 minuti il resto è attesa, vi aggiorno alla fine dei 30 giorni.
Ora torno nell'orto, buon pomeriggio.


Nessun commento:

Posta un commento